giovedì 17 febbraio 2005


Capitolo Trentaquattresimo. Metereopatia


Non so se sia merito del sole fintoprimaverile di questi giorni o della nuova occupazione, ma sembra che mi sia ritornata la voglia di vivere.

E nella mia playlist mentale intanto è partita la voce di Loretta Goggi: Che importa se per innamorarsi basta un'ora, che fretta c'era maledetta primavera, che fretta c'era maledetta come me.

5 Commenti:

  • Ma il Capitolo Trentaquattresimo, non era Coincidenze?
    E poi il nuovo lavoro e' un 404? Non molto benaugurante, direi...

    Di Anonymous manuel 'fmf' ferrero, scritto alle 17/02/05, 17:14  

  • .
    a prescindere! a prescindere. abbiamo pur sempre le spalle larghe, no?

    Di Blogger ironcut, scritto alle 18/02/05, 00:46  

  • .
    le mie varie identità mi confondono no n poco in effetti... o sarà colpa del vino!? :D

    sigh

    Di Anonymous akira, scritto alle 18/02/05, 00:47  

  • Ok, scusate ho fatto un po' di confusione con gli ultimi due capitoli! A forza di stare all'aria aperta avrò preso un'insolazione!

    Non capisco però il l'errore 404, riferito penso alla nuova occupazione (che non vuol dire necessariamente lavoro!): a me sembra che funzioni tutto. Ora farò altre prove e spero di risolvere il problema.

    Ma ironcut == akira?

    Di Blogger alesssia, scritto alle 18/02/05, 01:41  

  • Oggi il 404 funziona anche a me.
    Quando l'avevo commentato no.
    Cha.

    Di Anonymous manuel 'fmf' ferrero, scritto alle 18/02/05, 13:38  

Se hai qualcosa da dire...

< Home